Strategia di Sviluppo Locale 2014-2020


Progetti europei


Altre iniziative



Progetti realizzati


Archivio News

Multimedia

Link




       home
Confesercenti Genova: le nostre proposte per una migliore qualità dell’offerta commerciale anche nelle aree interne

25-01-2010 Il GAL svolge un’azione decisiva a supporto dello sviluppo locale, ed anche quest’anno potrà contare sulla fattiva collaborazione di Confesercenti, da sempre vicina alle esigenze delle piccole imprese dell’entroterra. Solo dove ci sono negozi e attività commerciali, infatti, è possibile parlare di paesi vivi ed appetibili dal punto di vista degli investimenti e, perché no, del turismo.
“Riconosciamo al Gruppo di Azione Locale un ruolo di fondamentale importanza nella promozione del territorio, un compito concreto ed essenziale al quale, anche quest’anno, il nostro gruppo è orgoglioso di contribuire con le proprie proposte” esordisce Matteo Rezzoagli, vice-direttore di Confesercenti Genova.
“Grazie ad una proposta avanzata in questi mesi alla Regione Liguria – prosegue Rezzoaglila nostra associazione ha ottenuto che nel nuovo FIR per il commercio le imprese interessate ad investire nei comuni dell’entroterra possano beneficiare di un abbattimento dei tassi d’interesse non più dell’80%, ma addirittura del 90%. È con idee concrete come questa che Confesercenti intende portare avanti una politica di potenziamento delle attività sul territorio”.
Già, perché l’obiettivo è quello di andare oltre la logica del semplice assistenzialismo – che pure rimane un compito primario dell’associazione –, e aiutare le valli dell’entroterra a recuperare la competitività perduta.
“Per fare questo – spiega Rezzoagliè necessario predisporre interventi finalizzati a migliorare la qualità dell’offerta. Come? La proposta di Confesercenti è quella di incentivare le attività già esistenti ad aprire nuove unità di vendita nelle frazioni montane, magari anche solo per alcuni periodi dell’anno, in modo da portare un servizio laddove oggi, purtroppo, manca. L’altro obiettivo è quello di favorire la nascita di consorzi tra i comuni che possano garantire un sistema di trasporto ad hoc: delle piccole navette che mettano in collegamento con una certa frequenza le frazioni ove dovessero sorgere le nuove attività, in modo da aumentarne il bacino d’utenza”.
Entrambe le iniziative necessitano, naturalmente, del finanziamento regionale.
“Confidiamo che la Regione comprenda l’importanza di simili accorgimenti, perché la priorità deve essere quella di garantire la qualità dell’offerta anche nei paesi più piccoli – riflette Rezzoagli –. Creare servizi e offrire prodotti all’altezza, infatti, è l’unica strada per vincere la sfida della competitività, anche per quanto riguarda il turismo”.
Il turismo, appunto: una risorsa che viene presa in sempre maggiore considerazione, perché in termini di bellezze paesaggistiche, percorsi naturali e prodotti enogastronomici le nostre valli non hanno niente da invidiare ad altre mete più conosciute.
“Si tratta di una forma di turismo in espansione e sulla quale è necessario continuare ad investire – garantisce Rezzoagli, che sottolinea infine il ruolo giocato dal GAL nel coordinare la rete delle Expo del Genovesato - . L’impegno del Gruppo di Azione Locale è stato proficuo per promuovere il territorio nel suo complesso, grazie alle Expo che sono delle autentiche vetrine delle nostre valli. In questo momento di grave crisi i produttori hanno ancor più bisogno dei giusti canali per accedere al mercato e uscire quindi dall’isolamento. La realtà locale necessita, quindi, di crescere sul piano delle infrastrutture e dei servizi, e i piccoli negozi dell’entroterra sono un valore aggiunto che speriamo di riuscire a rilanciare grazie alle nostre proposte”.


Agenzia di Sviluppo Locale - GAL Genovese - P.IVA 01094850995  -  Informativa sui cookie credit