Strategia di Sviluppo Locale 2014-2020


Progetti europei


Altre iniziative



Progetti realizzati


Archivio News

Multimedia

Link




       home - Ambiente e Territorio
Approvato il piano investimenti dell'ATO genovese per il 2010 -2012

15-02-2010 Circa 180 milioni di euro in tre anni per la progettazione e realizzazione di interventi e impianti sulla rete di acquedotti, fognature e depuratori sul territorio dei 67 Comuni della Provincia di Genova. Li prevede il piano degli investimenti 2010-2012 per il servizio idrico integrato dell'Ato Genovese, approvato oggi a larghissima maggioranza (con l'unico voto contrario dal Comune di Orero) dalla Conferenza dei sindaci della Provincia di Genova, coordinata dall'assessore provinciale alle politiche delle acque Paolo Perfigli.

Il programma, che comprende ottocento interventi, sarà realizzato da Iride Acqua Gas, coordinatore della gestione del servizio idrico integrato nella provincia di Genova con l'apporto delle società operative territoriali ( Mediterranea delle Acque spa, Idrotigullio spa, Amter spa, Società Acque Potabili spa, Egua srl, Società Acque Potabili srl) e gli investimenti strategici, di dimensione sovra comunale, riguardano in particolare nel triennio interventi per:
 
  1. il nuovo depuratore dell'area centrale di Genova (10,8 milioni)
  2. la condotta a mare del depuratore alla Darsena (13 milioni)
  3. la condotta a mare del depuratore a Sestri Ponente (10 milioni)
  4. il depuratore di Torriglia (3,9 milioni )
  5. il nuovo acquedotto per il quartiere della Pineta ad Arenzano (2,3 milioni)
  6. il depuratore di Arenzano (500.000 euro)
  7. l'emergenza idrica nel Tigullio Occidentale (15 milioni)
  8. il depuratore di Santa Margherita (6,5 milioni)
  9. il depuratore di Recco (9,4 milioni)
  10. il depuratore dell'Entella (15,8 milioni)
  11. il depuratore di Rapallo (10,3 milioni)
Più nel dettaglio, con riferimento agli acquedotti, gli interventi maggiori nel triennio riguardano il sistema di approvvigionamento idrico dei Comuni del Tigullio Occidentale (Santa Margherita, Portofino, Rapallo, Zoagli, Camogli) e per alcuni Comuni dell'entroterra per i quali è prevista entro il 2010 la realizzazione di investimenti per circa 15 milioni di euro ed entro il 2015 verrà completata la nuova condotta adduttrice Chiavari – Rapallo con un investimento di circa 22 milioni di euro. Per quanto riguarda i depuratori è stato approvato anche l'accordo di programma, che coinvolge Ato, Regione e il Comune di Rapallo, per la costruzione del nuovo impianto di depurazione cofinanziato con risorse Fas deliberate dalla Regione Liguria. Il piano triennale, che attiverà notevoli risorse per l'ammodernamento del servizio idrico integrato sul territorio, concretizza la strategia adottata con il piano d'ambito nei mesi scorsi nel momento in cui si è deliberato l'affidamento del servizio integrato ad Iride.
La conferenza dei Sindaci ha deliberato anche l'istituzione per il 2009 e il 2010 di un Fondo Sociale, dell'importo annuo di 439.000 euro, che sarà distribuito ai Comuni per il pagamento delle bollette idriche alle famiglie meno abbienti. E' stato inoltre approvato il protocollo di intesa con le associazioni per la difesa dei consumatori, che prevede modalità di consultazione da parte dell'autorità dell'Ato con le stesse associazioni. La conferenza ha valutato anche un documento d'indirizzo per la revisione tariffaria che sarà definita con una prossima decisione. Sono state inoltre stabilite linee di comportamento, per le quali si attendono più specifici indirizzi nazionali, al fine di avere modalità di applicazione omogenee sul rimborso delle quote non dovute per la depurazione a seguito della sentenza della Corte Costituzionale 335/2008.


Agenzia di Sviluppo Locale - GAL Genovese - P.IVA 01094850995  -  Informativa sui cookie credit