Strategia di Sviluppo Locale 2014-2020


Progetti europei


Altre iniziative



Progetti realizzati


Archivio News

Multimedia

Link




       home
Accanto agli agricoltori e ai consumatori

01-03-2010 Un patto con la società. Quella società che, pur tra le mille frenesie quotidiane, sente ancora forte nelle proprie radici la tradizione rurale e agricola locale. E' quello che lancia la Confederazione Italiana Agricoltori per promuovere e tutelare gli operatori del settore in Italia.
"Con questo Patto - spiega Giulio Malavolti, presidente CIA Genova - vogliamo costruire nuove alleanze anche con le altre organizzazioni agricole. Al centro di questa intesa ci sono gli agricoltori, il prodotto e il territorio. La nostra proposta si rivolge agli operatori del settore, a tutte le istituzioni, alle rappresentanze sociali e delle imprese, ai cittadini. L’ambizione è contribuire all’unità del mondo agricolo, anche attraverso un processo di autoriforma interno alla CIA, in nome degli interessi dell’agricoltura”.
Un settore, quello agricolo, che sta attraversando uno dei periodi più difficili della sua storia recente. La crisi economica ha colpito duramente l’agricoltura: agli effetti più generali, come la difficoltà di accesso al credito e il calo della domanda, si sono aggiunti altri fattori, come il crollo dei prezzi all’origine e la caduta dei redditi familiari.
“Sono anche esplosi i costi aziendali – prosegue Malavolti - , tra cui la manodopera, i fertilizzanti e mangimi, il carburante e l’energia elettrica. Un esempio: aver tolto nell’ultima legge finanziaria l’accise zero sul carburante agricolo significa un aumento grave del costo produttivo. Anche questo dato testimonia la lontananza del governo dai problemi del settore”.
Difficoltà che la Confederazione Italiana Agricoltori si impegna a risolvere attraverso la ricerca, i servizi, la formazione, iniziative ad hoc.
“Non esiste una ricetta unica per risolvere i problemi – precisa il presidente della CIA genovese, Giulio Malavolti - . Negli ultimi anni un buon numero di realtà hanno scelto la vendita diretta, a esempio attraverso i distributori di latte crudo o i pacchi carne”.
Proprio in questo ambito il prossimo progetto targato CIA che partirà anche qui in Liguria sarà "La spesa in campagna".  Un portale ad hoc (http://www.laspesaincampagna.com) dedicato alla vendita diretta con le normative del settore e l'elenco dettagliato delle realtà agricole che effettuano la vendita in azienda. Basta cliccare sull’icona di un prodotto per sapere dove si trova l’azienda agricola più vicina che produce e vende quel prodotto.
“La vendita diretta è una soluzione aziendale positiva, però non può costituire una soluzione di sistema – prosegue Malavolti - . Ci sono infatti realtà incapaci di sostenere gli impegni che comporta questo tipo di commercio: per loro serve una strategia di sistema che promuova gli accordi di filiera. In questo senso un esempio può essere la sinergia che lega allevatori, produttori e ristoratori attorno a una prodotto di eccellenza come la focaccia di Recco”.
Infatti, il rilancio del settore agricolo passa anche dalla collaborazione con il comparto turistico, attraverso la valorizzazione delle potenzialità dell’entroterra e delle strade di prodotto. Proprio in questo senso Confederazione Italiana Agricoltori e Agenzia di Sviluppo GAL Genovese hanno lavorato insieme attorno a progetti specifici, come  il censimento delle produzioni agroalimentari, la Strategia di sviluppo locale e la Strada del Castagno. Progetti in cui il ruolo del mondo rurale e delle professioni agricole per la salvaguardia del territorio è di assoluto primo piano.
“L’impresa agricola – conclude Giulio Malavolti, presidente CIA Genova – è chiamata ad affrontare nuove responsabilità nella società. Alla domanda di alimenti si sono aggiunte, negli anni, nuove aspettative: l’occupazione,  la qualità, la protezione dell’ambiente e un equilibrato sviluppo territoriale. L’impresa agricola è chiamata a dare il suo contributo per affrontare nuove e più impegnative sfide: sicurezza alimentare e cambiamenti climatici, questione energetica e risorse idriche”.


Agenzia di Sviluppo Locale - GAL Genovese - P.IVA 01094850995  -  Informativa sui cookie credit