Strategia di Sviluppo Locale 2014-2020


Progetti europei


Altre iniziative



Progetti realizzati


Archivio News

Multimedia

Link




       home
Nel territorio un tesoro da scoprire e proteggere

07-10-2010 Il paesaggio si può ammirare, percorrere, ascoltare e gustare.
Lo sanno bene gli organizzatori di "Castanealonga", la mangialonga dal sapore autunnale in programma domenica 10 ottobre . Due gli itinerari  proposti: uno nel quartiere di San Desiderio a Genova e l'altro nel Comune di Uscio (vedi articolo).
L'evento è organizzato dall'Associazione "Strada del Castagno - itinerario dei prodotti delle valli genovesi", insieme alle Associazioni Cast San Desiderio e Pro Loco di Uscio, con il coordinamento dell'Agenzia di Sviluppo Gal Genovese.
La Strada del Castagno è una delle strade di prodotto riconosciute dalla Regione Liguria, ed è dedicata a valorizzare uno dei simboli della tradizione agricola del nostro territorio, oltre al nostro patrimonio storico-ambientale d'eccellenza nelle Valli del Genovesato: Polcevera, Scrivia, Trebbia, Fontanabuona, Aveto, Graveglia, Sturla e Petronio.
"Oggi sono circa 150 i soggetti, produttori agricoli e operatori turistici, che fanno parte dell'Associazione, ma molte altre sono le potenziali adesioni alla Strada  - spiega Marisa Bacigalupo, presidente del GAL - . Il GAL, durante la scorsa programmazione Leader quando ci chiamavano ancora "Appennino Genovese", ha contribuito a far nascere l'Associazione, lavorando fianco a fianco delle Comunità Montane di riferimento. Oggi servirebbero nuove risorse per portare avanti una realtà che serve a fare rete  tra le aziende dell'entroterra, la cui presenza, anche in quelle aree meno trafficate, serve a mantenere il presidio del nostro territorio".
Il primo risultato concreto della Strada del Castagno è stata la creazione di una serie di itinerari che si rivolgono a più target di turisti, dalle famiglie fino alle scuole del comprensorio sia regionale che nazionale. Tutto ciò a partire dalle produzioni tipiche, dai castagneti fruibili, segnalando anche le emergenze storico-culturali e naturalistiche, oltre alle aree attrezzate che si incontrano sul percorso. Questo lavoro è riassunto e illustrato dalla pubblicazione “La Strada del Castagno”, edita dalla casa editrice Galata: una guida di 36 pagine, abbinata ad una cartina specifica del territorio interessato dalla Strada.
La pubblicazione invita il lettore a scoprire le vallate solcate dalla strada attraverso 10 proposte di itinerario, per le quali si segnalano percorsi, negozi dove acquistare prodotti tipici, aziende agricole e strutture ricettive dove pernottare.
La creazione della segnaletica sentieristica dislocata sul territorio è in fase di attuazione, sono già state in parte realizzati cartelli e bacheche che verranno posizionati lungo i percorsi dei comuni interessati; le bacheche esporranno la mappa dei sentieri.

Dieci sono i chilometri del percorso che la Castanealonga propone per domenica 10 ottobre a Uscio.
"Qualche anno fa - racconta Bruna Terrile, presidente Pro Loco Uscio - abbiamo deciso di realizzare un anello dei sentieri del Golfo Paradiso. La Pro Loco si è impegnata come capofila in questo progetto e insieme alle altre realtà del territorio è riuscita a raggiungere il traguardo. Oggi l'obiettivo è un altro: continuare a lavorare per tenere puliti i sentieri e mantenerli praticabili per gli escursionisti che li vogliono percorrere a piedi, godendo pienamente dei nostri paesaggi spettacolari, come quello del Monte Rosso, inserito nell'itinerario della Castaneaolonga. Accanto alle bellezze naturali e alle specialità gastronomiche che offriremo, i partecipanti  domenica potrebbero avere la fortuna di imbattersi negli "sprenaggi" di Uscio. I famosi folletti dei nostri boschi, ai quali come Pro Loco stiamo dedicando molte iniziative: dal premio "Sprenaggio di Uscio", alla commedia in dialetto che metteremo in scena con le scuole, al fumetto di Talami per concludere con il calendario 2011 dedicato naturalmente a questi simpatici personaggi della tradizione popolare".

Altrettanta passione emerge dalle parole di Davide Basso, presidente Cast San Desiderio, l'Associazione che dal 2002 si impegna a valorizzare. Cultura, Arte, Storia, Tradizioni della Valle Sturla.
"Il nostro territorio - racconta - dista solo sette chilometri dal centro di Genova, ma è comunque una realtà naturale di grande pregio. Nel percorso della Castanealonga abbiamo voluto inserire anche elementi storico-culturali, come antichi mulini e cascinali, che raccontino ai partecipanti le nostre tradizioni. La valorizzazione del paesaggio è il nostro "mestiere" quotidiano: siamo infatti un'associazione di cittadini che ha deciso di mettersi in campo per promuovere e difendere  il proprio territorio.  E per farlo possiamo contare sull'aiuto di tanti giovani che ospitiamo ogni estate e che ci danno una mano nel ripulire i nostri boschi".


Agenzia di Sviluppo Locale - GAL Genovese - P.IVA 01094850995  -  Informativa sui cookie credit