Strategia di Sviluppo Locale 2014-2020


Progetti europei


Altre iniziative



Progetti realizzati


Archivio News

Multimedia

Link




       home
Il Mercato Ortofrutticolo: un anno al galoppo

27-10-2010
Un aumento del 18 %, su base annua, della merce movimentata.
Tutti i 35 grossisti che, ad un anno dal trasferimento dal mercato di Corso Sardegna, continuano a mantenere e sviluppare la propria attività.
Occupazione in crescita con l’assorbimento di tutto il personale delle aziende che hanno deciso di non effettuare il trasferimento a Bolzaneto
Un sistema di tesseramento che ha permesso di sconfiggere il fenomeno dell’abusivismo. Nessuna ripercussione negativa sul traffico locale.
Il numero delle ditte acquirenti ampliato, coinvolgendo nuove categorie di attività economiche.
La conclusione della gara e l’assegnazione degli spazi della piastra logistica a due grandi operatori del settore.
Infine il rinnovato interesse da parte della Grande Distribuzione per utilizzare la struttura come loro piattaforma logistica.
 
Sono questi i principali risultati raggiunti dal Mercato Ortofrutticolo di Genova ad un anno esatto dall’inaugurazione a Bolzaneto.
Era infatti la sera del 25 ottobre 2009 quando intorno alle 22 entrava il primo automezzo. Chiudendo così la fase storica del mercato di Corso Sardegna.
 
" Oggi al Mercato di Bolzaneto si possono trovare le erbette aromatiche di Israele, gli agrumi provenienti dall’Australia, la frutta a nocciolo del Sud America - spiega l'amministratore delegato della Società Gestione Mercato, Gianni Ratto -. La globalizzazione dei mercati è una realtà quotidiana ponendo il Mercato di Genova come polo logistico di riferimento a livello nazionale.Ma senza dimenticare l’attenzione ai prodotti locali e la promozione dei piccoli produttori agricoli".
 
A fronte di un considerevole aumento della merce movimentata il nuovo Mercato si è inserito senza problemi nel tessuto cittadino.
Gli investimenti fatti dal Comune di Genova sulla viabilità circostante prima dell’apertura del mercato e l’apertura della sponda destra sul Polcevera hanno permesso una circolazione degli automezzi in grado di non pesare sul traffico in modo negativo.
 
" L’assegnazione della piastra logistica attigua alla struttura principale a due grandi gruppi come Fratelli Zerbone, specializzato nelle forniture di bordo, e alla Fruttital Distribuzione di Albenga - prosegue Gianni Ratto -  crea inoltre le condizioni per un ulteriore sviluppo occupazionale e della movimentazione delle merci. Confermando l’impegno dei grossisti del mercato, riuniti nel Consorzio Comag, che hanno in gestione un 30% degli spazi anche della piastra logistica".
 
Da un punto di vista occupazionale gli stessi grossisti danno lavoro a 241 persone delle quali 55 donne.
A queste occorre aggiungere circa 120 persone di occupazione indiretta considerando le aziende coinvolte nei servizi fondamentali di logistica e manutenzione, nonché le altre attività – come i due bar - che hanno trovato spazio all’interno della struttura.
 
A un anno di distanza il sistema di tesseramento e il controllo al varco di entrata ha permesso di sconfiggere il fenomeno dell’abusivismo. Oggi le ditte acquirenti accreditate sono 900.
Tra queste in aumento gli alberghi, i ristoranti, le società di catering: tutte attività che si sono avvicinate al nuovo Mercato sfruttando la nuova organizzazione logistica e l’ampliamento dell’orario delle contrattazione prolungato dalle 3 di notte alle 11 del mattino.
Da metà novembre sarà possibile effettuare il tesseramento anche on line sul nuovo sito del Mercato www.mercatogenova.it
 
Entro i primi mesi del 2011 saranno inoltre riviste le regole di accesso per i privati consumatori. Oggi sono 1400 le tessere consegnate ( 1000 per l’accesso in macchina, 400 a piedi) e per ora un eventuale ampliamento è stato bloccato in attesa che venga completata l’organizzazione logistica del mercato.
L’obiettivo per l’anno prossimo è quello di garantire un accesso equo, nel rispetto delle normative, pur confermando che la vendita ai privati consumatori non rappresenta un elemento trainante di questa struttura.
 
In questo primo anno la Società Gestione Mercato ha lavorato soprattutto sulla gestione logistica della struttura in grado di operare 24 ore su 24, sulla funzionalità dei diversi settori, sulla creazione di regole organizzative che hanno portato a risultati positivi anche sul fronte della sicurezza sul luogo di lavoro.
 
 
Altro risultato di rilievo è l’ampliamento della collaborazione con AMIU che permette di raccogliere all’interno del Mercato i rifiuti prodotti dai dettaglianti e avviarli alla lavorazione per il riciclo.
 
Tra gli obiettivi del 2011 in primo piano quello di riportare in questa struttura i nomi eccellenti della Grande Distribuzione oggi assenti da Genova.
Inoltre la disponibilità a mettere a disposizione la struttura per eventi e iniziative aperte alla città. Con l’intenzione di proporre gli spazi anche come set cinematografico o a grandi aziende che volessero presentare i loro prodotti e automezzi.


 -  Guarda le foto (4)
Agenzia di Sviluppo Locale - GAL Genovese - P.IVA 01094850995  -  Informativa sui cookie credit