Strategia di Sviluppo Locale 2014-2020


Progetti europei


Altre iniziative



Progetti realizzati


Archivio News

Multimedia

Link




       home
"Il cuore in scena": uno spettacolo per aiutare gli alluvionati

24-11-2011
"Il cuore in scena" è l'iniziativa dedicata alle persone colpite dall'alluvione che si terrà il 30 novembre alle ore 21 al Teatro Cantero di Chiavari.
Per tutti coloro che non hanno potuto prendere in mano le pale per liberare strade e case dal fango, c’è un’occasione imperdibile per portare la propria solidarietà alle popolazioni alluvionate: una serata di musica e spettacolo il cui ricavato sarà interamente devoluto alla ricostruzione delle zone colpite.
“Il cuore in scena” è il titolo dell’iniziativa dell’Assessorato al Turismo, Cultura e Spettacolo della Regione Liguria che si terrà mercoledì 30 novembre alle ore 21 al Teatro Cantero di Chiavari, con la collaborazione dei Comuni di Chiavari e di Lavagna.
Sul palco saliranno Francesco Baccini, che presenterà il suo ultimo disco “Baccini canta Tenco” in prossima uscita nei negozi, Vittorio De Scalzi dei New Trolls, il cantautore Max Manfredi, Giua ed Armando Corsi, anch’essi impegnati nella promozione dell’ album “TrE” in uscita a gennaio, i Buio Pesto, gruppo dialettale che non necessita di presentazione, Paolo Bonfanti, blues man genovese di livello internazionale, Alberto Napo Napolitano, che nello spezzino vive e lavora, la giovane emozionante Carlot-ta e Luca Poli, responsabile del laboratorio teatrale del Cantero. E poi ancora Claudio Roncone, Giovanni Traverso, Kid Blues Kombo, Loredana D'Anghera, il Coro Alcademia, Nicolò Pagliettini, Mauro Sabbione (ex Matia Bazar), Simona Garbarino: una rosa di nomi in continuo aumento, in una spontanea gara di solidarietà.
Ognuno di questi artisti ha offerto gratuitamente la propria partecipazione e tutti coloro che lavoreranno alla realizzazione della serata lo faranno senza percepire alcun compenso, in modo che l’intero ricavato della serata raggiunga effettivamente le popolazioni alluvionate. Il Teatro Cantero, che proprio in questi giorni compie gli ottant’anni di attività, ospita lo spettacolo gratuitamente, come pure volontaria e gratuita è l’organizzazione, affidata all’Assoociazione culturale Le Muse Novae.
L’ingresso è ad offerta libera, in modo che tutti possano contribuire secondo le proprie possibilità, ed è importante che la partecipazione del pubblico sia massiccia per raccogliere fondi consistenti e lanciare un concreto messaggio di solidarietà e di speranza.


Agenzia di Sviluppo Locale - GAL Genovese - P.IVA 01094850995  -  Informativa sui cookie credit