Strategia di Sviluppo Locale 2014-2020


Progetti europei


Altre iniziative



Progetti realizzati


Archivio News

Multimedia

Link




       home
123mila euro per gli apicoltori liguri

17-11-2015
 
Dopo castagni e ulivi anche il settore dell'apicoltura ha il suo nemico, la vespa velutina, pericoloso calabrone arrivato dalla Francia la cui diffusione è cresciuta esponenzialmente negli ultimi anni, minacciando la vita e delle api e la produzione di miele.
La vespa velutina (anche nota con il nome di Calabrone Asiatico) è un predatore la cui dieta è costituita in gran parte di api che caccia in prossimità dell'alveare. I danni non derivano solo dalle numerose api operaie adulte (bottinatrici) che vengono predate dalla vespa velutina ma anche dallo stress recato alla colonia che, sotto una continua predazione, azzera l'attività di volo e la deposizione delle uova, arrivando al collasso.
Poiché l'infestazione della vespa velutina è ormai massiccia, l'assessorato all'Agricoltura della Regione Liguria ha attivato diversi strumenti per combatterla. L'Assessore all’Agricoltura Stefano Mai ha messo a disposizione del settore apistico 123 mila euro: gli interventi finanziabili con questa somma sono molteplici, dalle campagne di sensibilizzazione a contrasto della vespa velutina, all'attività formativa per apicoltori, agli interventi sul campo, ma anche l'acquisto di arnie, api regine e sciami.
 
I beneficiari sono i 1.752 apicoltori liguri, dei quali la maggior concentrazione si riscontra nella provincia di Genova, e i 29 mila alveari presenti sul territorio. “Siamo molto preoccupati per lo stato di diffusione della vespa velutina che sta danneggiando pesantemente il comparto apistico soprattutto nel Ponente, ma non si esclude un ampliamento delle presenze di questo pericoloso insetto nel resto della Regione” dice l’assessore Stefano Mai.
 


Agenzia di Sviluppo Locale - GAL Genovese - P.IVA 01094850995  -  Informativa sui cookie credit