Strategia di Sviluppo Locale 2014-2020


Progetti europei


Altre iniziative



Progetti realizzati


Archivio News

Multimedia

Link




       home
Bando Filse: 40 milioni a fondo perduto per imprese e professionisti

08-11-2016
 
Con delibera del 28 ottobre 2016 la Regione Liguria ha aperto il bando "Aiuti per investimenti in macchinari, impianti e beni intangibili e accompagnamento dei processi di riorganizzazione e ristrutturazione aziendale" nell'ambito dell'azione 3.1.1, Asse 3 - Competitività delle imprese, del Por Fesr Liguria 2014-2020.
 
Al primo posto figura sempre l’esigenza di mettere in campo misure concrete per migliorare lo sviluppo produttivo del territorio, anche e soprattutto in chiave tecnologica, la competitività delle imprese e l’occupazione. Vista l’importanza di sostenere la ripresa degli investimenti da parte delle imprese, Regione Liguria ha deciso di attivare un canale di finanziamento che sia incisivo e proficuo.
 
I destinatari del bando sono le micro, piccole e medie imprese in forma singola o associata (forma cooperativa o consortile) che esercitano un’attività economica tra quelle individuate in coerenza con la S3 regionale (vd. Bando in allegato per codici Ateco 2007 ammessi al finanziamento).
 
Le risorse assegnate al bando sono pari a 40.000.000 di euro.
Gli investimenti ammessi ad agevolazione devono essere realizzati nell'ambito di strutture operative dell'impresa ubicate nel territorio della Regione Liguria e devono essere conclusi entro 12 mesi dal ricevimento del provvedimento di concessione.
 
L'investimento ammissibile agevolabile non può essere inferiore a 25.000 euro per le micro e piccole imprese e a 50.000 euro per le medie imprese. L'importo massimo del contributo concedibile non può superare 200.000 euro.
 
L'agevolazione consiste in un contributo a fondo perduto nella misura del:
30% della spesa ammissibile per le micro imprese
20% della spesa ammissibile per le piccole imprese, alternativamente, su richiesta del proponente
10% della spesa ammissibile per le medie imprese, alternativamente, su richiesta del proponente, 
 
Sono considerati ammissibili gli investimenti in attivi materiali e/o immateriali diretti a:
a) la realizzazione di nuove unità produttive;
b) l’ampliamento di un’unità produttiva esistente;
c) la diversificazione della produzione di un’unità produttiva esistente mediante prodotti nuovi aggiuntivi o la trasformazione radicale del processo produttivo di un’unità produttiva esistente.
 
Sono ammissibili le seguenti voci di spesa:
A) opere murarie e assimilate consistenti nell’adeguamento degli immobili destinati all’attività per rispondere ai cambiamenti introdotti nelle linee di produzione o per elevarne gli standard di compatibilità ambientale o produttiva, nel limite massimo del 50% delle spese di cui alla voce B);
B) acquisizione di impianti produttivi, macchinari ed attrezzature, nuovi di fabbrica. Sono ammissibili i mezzi mobili se strettamente necessari al ciclo produttivo e se a servizio esclusivo della struttura produttiva oggetto dell’agevolazione (sono esclusi comunque i veicoli destinati al trasporto di merci su strada per le imprese che esercitano attività di trasporto di merci su strada per conto terzi);
C) acquisizione di brevetti, licenze, programmi informatici, nel limite del 20% dell’investimento ammissibile.
 
Sono ammissibili i preventivi e i titoli di spesa nei quali l’importo imponibile e ammissibile dei beni per i quali si richiede l’agevolazione sia almeno pari a 500,00 euro.
 
Le domande di ammissione all'agevolazione devono essere redatte esclusivamente online accedendo al sistema bandi on line dal 5 dicembre 2016 al 15 dicembre 2016.
La procedura informatica sarà disponibile nella modalità off-line dal 21 novembre 2016.
 
 
 


File

Bando.pdf

Agenzia di Sviluppo Locale - GAL Genovese - P.IVA 01094850995  -  Informativa sui cookie credit