Strategia di Sviluppo Locale 2014-2020


Progetti europei


Altre iniziative



Progetti realizzati


Archivio News

Multimedia

Link




       home
Primi risultati del processo partecipativo nel progetto GaYA

21-11-2017
L’Agenzia di Sviluppo GAL Genovese ha individuato due aree pilota una in Val Polcevera, l’altra nelle Valli Stura Orba e Leira, entrambe appartenenti alla Città Metropolitana di Genova.
L’incontro si è svolto a Campomorone in Val Polcevera presso il “Cabannun”, una struttura attrezzata per eventi, spettacoli e convegni di proprietà del Comune. L’evento è stato organizzato dall’ Agenzia di Sviluppo GAL Genovese con il supporto tecnico di un’esperta in processi partecipativi. All’incontro, dedicato ai giovani di età compresa tra i 14 e i 25 anni ed agli amministratori locali, hanno partecipato anche un osservatore (Regione Liguria) e due partner di progetto (Eurac Research e Municipality of Idrija).
 
L’obiettivo dell’workshop è la comprensione e l’applicazione della metodologia partecipativa da parte di giovani ed amministratori locali finalizzata all’individuazione di nuovi progetti ed iniziative condivisi, dedicati al territorio.
 
Dopo una breve introduzione e la condivisione del video realizzato nell’ambito del progetto, è stato fatto un focus sul tema della democrazia partecipativa a cura del partner Eurac Research a cui è seguito un primo momento di sperimentazione: i partecipanti, divisi in gruppi, sono stati coinvolti in una attività interattiva finalizzata alla comprensione della metodologia partecipativa – ruoli e fasi del processo - attraverso la compilazione di una scheda.
Il secondo momento, sviluppato sulla base della metodologia partecipativa del “world cafè”, ha visto la creazione di nuovi tavoli di lavoro finalizzati all’individuazione di progetti condivisi da poter realizzare nell’area pilota. Dopo aver consolidato nella prima fase la metodologia partecipativa, giovani ed amministratori locali sono stati chiamati a rispondere ad alcuni quesiti attraverso la compilazione di poster su cui ognuno ha inserito un proprio contributo. Il momento di confronto e dialogo ha stimolato il brainstorming, l’uscita di idee, intuizioni e l’individuazione di nuove prospettive progettuali.
 
Entrambi i target groups, decision makers e giovani hanno espresso la forte necessità di migliorare la comunicazione, aprire, rafforzare o migliorare il dialogo tra loro.
Sia i decision makers che i giovani hanno espresso il desiderio di forme di collaborazione siano esse in forma di stage per conoscere meglio la macchina comunale, siano esse in forma di organi istituzionali come Consulta o Consiglio, con un ruolo ben definito e riconosciuto nell'ambito dei processi decisionali.
I giovani hanno manifestato la necessità di spazi di aggregazione, siano essi all'aperto o al chiuso, dichiarando la disponibilità a gestire gli spazi affidati, e quindi a farsi carico di responsabilità e compiti specifici.
 
Seguici su facebook
GaYA Project
 
 
 


Agenzia di Sviluppo Locale - GAL Genovese - P.IVA 01094850995  -  Informativa sui cookie credit