Strategia di Sviluppo Locale 2014-2020


Progetti europei


Altre iniziative



Progetti realizzati


Archivio News

Multimedia

Link




       home
Concorso fotografico dedicato alla "fiumana bella" dantesca

13-04-2021
Il Centro Culturale del Lascito Cuneo di Calvari e la Pro Loco di San Colombano Certenoli organizzano il Concorso Fotografico ispirato dai versi danteschi relativi alla “fiumana bella” che “intra Siestri e Chiaveri s’adima” in occasione dell' “Anno di Dante” che celebra i 700 anni dalla morte del Sommo Poeta. 
Professionisti e dilettanti senza distinzione, avranno tempo sino alla fine di aprile per iscriversi all'iniziativa.
I soggetti delle riprese dovranno riguardare aspetti del corso d’acqua dalle sorgenti alla foce; quindi sia del tratto iniziale sia di quello terminale, che dopo la confluenza col Graveglia viene identificato con il nome di Entella. Attraverso le immagini potrà essere “scoperto" un ambiente ricco di scorci suggestivi. Teniamo presente, a questo proposito, che fino alla metà dell'800, prima che fosse costruita la “carrettabile” di fondovalle, la strada costeggiava quasi ovunque il torrente. Il regolamento descrive nel dettaglio le modalità di partecipazione.
 
Ma veniamo al motivo del concorso ed al legame di Dante con il territorio della Val Fontanabuona. Una molto autorevole studiosa fiorentina, Paola Manni, ha infatti voluto dedicare una sua ricerca ai versi del XIX canto del “Purgatorio” ove Dante narra dell’incontro, durante il suo viaggio ultraterreno, con papa Adriano V, Ottobono Fieschi, il quale afferma che in vita apparteneva alla nobile casata dei Conti di Lavagna, il cui nome deriva dalla valle percorsa dall’omonimo torrente.
La definizione con cui il Poeta rappresenta questo corso d’acqua, oltre che essere geograficamente corretta è anche molto lusinghiera:
Intra Siestri e Chiàveri s’adima / una fiumana bella ….ossia, da Siestri scende a Chiavari (si adima, va ad imum, verso il basso) un bel fiume, una bella fiumana. 
Che Dante Alighieri abbia percorso questa strada e abbia sostato a Siestri è una tradizione che ha il sapore di leggenda. Tuttavia non è del tutto da escludere; e non soltanto perchè le citazioni geografiche di Dante sono sempre molto precise ma anche per la definizione di “fiumana bella”, che non può essere stata da lui coniata senza avere visto il Lavagna quando le sue acque, in primavera, fluiscono abbondanti, ma non irruenti, “ad imum”.
 
A sostegno di questa possibilità va considerata la presenza di Dante nel 1306 in Lunigiana, ospite dei marchesi Malaspina, imparentati con i conti Fieschi per via di Alagia, la nipote di Adriano V, donna buona e virtuosa che il Poeta conobbe personalmente e onorò con una citazione nel suo poema.
Anche se non esiste alcuna documentazione appare verosimile che Dante, tramite Alagia, abbia potuto avvalersi, durante il suo peregrinare da esule, anche dell’ospitalità dei Fieschi, che avevano a San Salvatore di Cogorno il loro palazzo signorile e possedevano numerosi feudi nell’entroterra, tra i quali Roccatagliata e Torriglia.
Dove fosse diretto o da dove provenisse non lo sapremo mai. In assenza di documenti, di ipotesi se ne possono fare tante, e una vale l’altra. Ma la radicata memoria del suo passaggio in vallata può avere tratto origine non dalla fantasia di qualche persona erudita bensì da un fatto realmente avvenuto. La definizione di “bella fiumana” e la citazione di un piccolo nucleo di case com’è Siestri potrebbero esserne la conferma.
 
 
 
 E’ bene precisare che due sono i rami sorgentizi del Lavagna: il Lavagna propriamente detto, che ha origine dalle pendici del Monte Bragagli, appena ad ovest del Lavagnola, e quello che percorre la valle di Neirone confluendo nell'altro a Gattorna. Questo secondo ramo trae origine direttamente dal Monte Lavagnola con la denominazione di Rio Lavagnola, che poco dopo assume il nome di Fossato di Siestri e quindi, più sotto, di Torrente Neirone. La presenza dell’importante antica strada che risaliva la valle di Neirone passando appunto per Siestri, ultimo centro abitato prima del valico, lascia pensare che i versi della terzina dantesca si riferiscano proprio a questo ramo e alla sua prosecuzione da Gattorna verso Chiavari.
 
 
 
 
 
 
 
 


File
Concorso
CONCORSO FOTOGRAFICO Intra Siestri e Chiaveri.pdf

Regolamento
Regolamento - CONCORSO FOTOGRAFICO Intra Siestri e Chiaveri.pdf

Agenzia di Sviluppo Locale - GAL Genovese - P.IVA 01094850995  -  Informativa sui cookie credit