Strategia di Sviluppo Locale 2014-2020


Progetti europei


Altre iniziative



Progetti realizzati


Archivio News

Multimedia

Link




       home - ALP WATER SCARCE
Progetto Alp Water Scarce - Water Management Strategies against Water Scarcity in the Alps
Partner progetto

Istituto della Montagna, Università della Savoia (Francia) - Capofila
Società Economica Alpina, Alta Savoia (Francia)
Autorità Locale della Savoia (Francia)
Dipartimento Regionale della Carinzia (Austria)
Università di Salzburg, Geoinformatica (Austria)
Provincia della Styria – Dipartimento Gestione Acqua (Austria)
Istituto Federale di Economia Agricola di Vienna (Austria)
GAL Appennino Genovese (Italia)
Provincia di Alessandria (Italia)
Provincia Autonoma di Trento – Dipartimento Urbanistica e Ambiente (Italia)
Agenzia Regionale per la Prevenzione e Protezione dell’Ambiente del Veneto – Dipartimento Regionale per la sicurezza del Territorio (Italia)
UNCEM, Delegazione Piemonte (Italia)
Dipartimento di Geologia della Slovenia (Slovenia)
Istituto Nazionale di Biologia: Dipartimento Acque e ricerca ecosistemi terrestri, Camera dell’Agricoltura e foreste di Maribor (Slovenia)
Istituto federale svizzero di Scienza e Tecnologia acquatica di Duebendorf (Svizzera)
Ufficio federale per l’Ambiente - Dipartimento per l’Ambiente, Trasporto, Energia e Comunicazione di Berna (Svizzera)

 

La principale sfida del progetto Alp-Water-Scarce è quella di creare nell’arco alpino una rete  allo scopo di monitorare le risorse per prevenire la scarsità di acqua a livello locale. Questa rete verrà sviluppata da un lato attraverso  monitoraggi, la realizzazione di modelli e raccolta dati, dall’altro attraverso la creazione di un Forum di Stakeholder.
La metodologia sarà integrata, multi-livello, multi-disciplinare e multi-lingua. Tutti i partner comunicheranno a 3 livelli: regionale e locale in relazione alle aree pilota; nazionale tramite la rete con i partner italiani e interregionale.

Obiettivi
• realizzare un forum di stakeholder a livello transalpino, nazionale, regionale e locale
• sviluppare un Sistema di Allarme Precoce per prevenire la scarsità di acqua nelle aree pilota selezionate e realizzare una rete nell’arco alpino
• sperimentare “Buone pratiche” in aree pilota, favorire lo scambio di conoscenze ed esperienze
• creare un Manuale per la gestione della risorsa acqua focalizzato sui problemi relativi alla scarsità rivolto ai responsabili della gestione delle risorse idriche.
• realizzare una pubblicazione di raccomandazioni e suggerimenti per favorire la gestione del problema e sviluppare misure di mitigazione per gli stakeholder utilizzatori finali.

 

Collegamenti utili: www.alpwaterscarce.eu



Il 22 marzo è la giornata mondiale dell'acqua: l'oro blu del nuovo millennio

22-03-2010 Inquinamento, cambiamenti climatici, produzione di cibo e di energia: queste le sfide da affrontare per l'oro blu del Pianeta, sempre più sfruttato e sotto l'assedio di una popolazione in aumento. Oggi, 22 marzo, Giornata mondiale dell'acqua, sono ancora 884 milioni le persone che non possono contare su un accesso ad una risorsa sicura, al riparo da eventuali contaminazioni, mentre un 39%, cioé 2,6 miliardi, è privo di idonei servizi igienico sanitari.
E anche dove l'emergenza non è così drammatica, la questione acqua si propone agli amministratori locali con tutto il suo peso. Sul tema l'Agenzia di Sviluppo Locale GAL Genovese porta avanti le azioni pilota del progetto europeo Alp-Water-Scarce sui bacini dello Scrivia e dell'Entella. Il principale obiettivo del progetto è quello di creare nell’arco alpino una rete  allo scopo di monitorare le risorse per prevenire la scarsità di acqua a livello locale. Questa rete verrà sviluppata da un lato attraverso  monitoraggi, la realizzazione di modelli e raccolta dati, dall’altro attraverso la creazione di un Forum di Stakeholder.
Recentemente, nel corso del Forum sui cambiamenti climatici organizzato presso il  Centro di Educazione Ambientale della Comunità Montana Valli Genovesi, è stata presentata la proposta della Provincia di Alessandria di collaborare in sinergia nella realizzazione di un “contratto di fiume integrato” per la riqualificazione del bacino fluviale dello Scrivia.



La sfida ai cambiamenti climatici, parola d'ordine: collaborazione
10-02-2010 Alla tavola rotonda di approfondimento e discussione, organizzata presso il Centro di educazione ambientale di Torrazza nell’ambito del Forum “Tutto un altro clima”, hanno partecipato diverse autorità liguri e non, con le quali si è discusso circa le problematiche legate ai cambiamenti sia climatici sia economici che caratterizzano la nostra epoca e in che modo si può fare per riuscire a collaborare in maniera utile. ...continua


La scarsità d'acqua e i cambiamenti climatici: la risposta nei contratti di fiume
10-02-2010 In questo periodo in cui è molto forte l'emergenza clima nel mondo, il forum sui cambiamenti climatici, che ha avuto luogo nei locali del Centro di Educazione Ambientale di Torrazza, indica la volontà di trovare un metodo di collaborazione per riuscire a limitare i danni ed evitare gli effetti più catastrofici. ...continua

Agenzia di Sviluppo Locale - GAL Genovese - P.IVA 01094850995  -  Informativa sui cookie credit